Mesoterapia

La mesoterapia senza aghi è uno strumento medico/estetico di ultima generazione che si distingue dalla classica mesoterapia, basata sulla infiltrazione di principi attivi direttamente nel derma tramite l’utilizzo di aghi.

Attraverso una nuova modalità di somministrazione, la mesoterapia senza aghi consente la distribuzione di principi attivi in tutto il corpo, ideale per uomini e donne di tutte le età che desiderano tonificare, nutrire e ringiovanire la pelle con trattamenti visibili ma non invasivi.

Tale somministrazione per via transcutanea prende il nome di Elettroporazione Transdermica, in quanto gli impulsi elettrici emessi dallo strumento, permettono alle molecole del principio attivo (acido ialuronico, collagene, dermocosmetici, vitamine, aminoacidi, fosfatidilcolina) di raggiungere la matrice interstiziale e/o l’interno della cellula.

Obiettivi della mesoterapia senza aghi

La mesoterapia senza aghi è in grado di raggiungere gli stessi obiettivi di quella classica, provocando la penetrazione dei principi attivi grazie all’utilizzo di correnti elettriche a bassa intensità. Tali correnti favoriscono il trasporto delle sostanze attraverso gli strati della pelle, inducendo un aumento transitorio della permeabilità dei tessuti.

Proprio per questa ragione, ad esempio, è molto indicata dopo essersi sottoposti a rigenerazione dermica tramite i Fattori di Crescita piastrinici (PRP);

il Plasma ricco in Piastrine è l’equivalente di una vera e propria “cura ristrutturante” per la pelle, la mesoterapia senza aghi è in grado di ridurre eventuali gonfiori e incentivare ulteriormente la produzione di collagene naturale.

I risultati sono duraturi e visibili sin dalla prima seduta: per il viso, si spazia dall’anti-age all’effetto lifting, per il corpo, la mesoterapia senza aghi è efficace su smagliature, nel trattamento del pannicolo adiposo e nella tonificazione dei tessuti, generando un effetto rassodante e levigante.

La mesoterapia transdermica non viene effettuata in caso di paziente affetto da patologie cardiache, in caso di portatori di pacemaker, placche metalliche, in caso di impianti acustici, dentari, e durante la gravidanza.

Si consigliano 6/8 sedute della durata di 30 minuti ciascuna a cadenza settimanale, ripetibili dopo un periodo di sospensione e senza bisogno di alcun successivo trattamento, in quanto le sostanze utilizzate raggiungono il tessuto in profondità, veicolate direttamente nei distretti viso-corpo trattati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *